Il maestro deve “accendere il desiderio” di sapere e non “trasmetterlo”

Il maestro deve “accendere il desiderio” di sapere e non “trasmetterlo”

Una celebre citazione di William B. Yeats (poeta e scrittore irlandese vissuto a cavallo tra il XIX ed il XX secolo) recita: "Insegnare (educare) non è riempire un secchio ma accendere un fuoco".

Questa citazione può essere una sintesi efficace del frammento di un video che da qualche giorno è diventato virale sui social e che è tratto da una delle puntate di Lessico famigliare, il ciclo di incontri di Massimo Recalcati in onda su Rai Tre il lunedì in seconda serata.

Riportiamo nel nostro blog il testo integrale del passaggio, molto interessante sul ruolo di chi si occupa di apprendimento; un ruolo che non è focalizzato sulla mera "trasmissione di contenuti" ma su un obiettivo più ampio, ossia la ricerca, da parte del fruitore della formazione, di un "percorso personalizzato" di apprendimento rispetto al quale il formatore è un "facilitatore" del desiderio di apprendere, quel "sacro fuoco" che è alla base del nostro sviluppo personale e professionale.

"È solo il contagio col desiderio del maestro che produce il desiderio dell'allievo. E’ la vocazione al sapere del maestro che genera la vocazione al sapere dell’allievo.
E qui siamo in un punto fondamentale della nostra riflessione perchè allora potremmo dire che il compito primo di ogni maestro non è quello di trasmettere il sapere ma, se mi consentite questa immagine, di portare il fuoco. E portare il fuoco significa accendere il desiderio di sapere…”.

Link al video

I commenti sono chiusi

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?