Chi dimentica le cose apprende con più facilità

Chi dimentica le cose apprende con più facilità

Io sono uno che dimentica spesso qualcosa, che siano i limoni da comprare al supermercato, piuttosto che fare quella telefonata o, a volte, le chiavi dentro il giacchetto che è rimasto a casa. E, confrontandomi con altri, scopro che, in realtà, è una cosa che accade anche ad altri.

Be’, oltre a pensare che forse ultimamente stiamo diventando un po’ “rinco”, forse ci farà piacere scoprire che abbiamo anche una maggiore facilità di apprendere, perché siamo più veloci degli altri nel farlo.

Infatti, secondo il professor Edwin Robertson, dell’Università di Glasgow, dimenticare le cose, come i concetti, in qualche modo “ci impone” di fissarli di nuovo. “La nostra ricerca - continua - dimostra che una memoria ‘instabile’ è la componente fondamentale del meccanismo di apprendimento. Consente, infatti, all’apprendimento di non ancorarsi rigidamente ad una singola cosa o a un singolo compito, ma lo rende più flessibile”.

La ricerca va anche oltre perché, in realtà, non solo “dimenticare” non rappresenterebbe un problema, ma anzi sarebbe addirittura indispensabile visto che per fare posto a nuove informazioni è importante “ripulire la mente” e quindi, appunto, dimenticarsi qualcosa.

Quindi, cari nostri “rinco”, quando vi dicono che lo siete rispondete che se è vero che vi capita di dimenticare qualcosa è altrettanto (se non ancora di più) dimostrato che imparate cose nuove… ovviamente, che poi - magari - ri-dimenticherete 😉

Link all’articolo su Huffington Post

I commenti sono chiusi